Potenziamento delle prestazioni di urologia e andrologia nel poliambulatorio di Donnas

Dal 2 maggio 2018 esteso il servizio su due giorni alla settimana

Dall’autunno scorso nel poliambulatorio di Donnas sono riprese le visite urologiche e andrologiche a seguito di una riorganizzazione delle attività di reparto. L’ambulatorio di Urologia è attualmente a disposizione del pubblico il mercoledì mattina dalle 08:00 alle 13:00. Ad esso si aggiunge un servizio di medicazioni e visite domiciliari, effettuato dallo specialista urologo direttamente a casa dei pazienti post operati che presentano difficoltà nella deambulazione.

Dal 2 maggio 2018 i servizi attualmente esistenti saranno raddoppiati e gli orari estesi di due ore al giorno (08:00 - 15:00). Oltre a quello del mercoledì verrà attivato un secondo ambulatorio nella giornata di venerdì. Inoltre, dalle 08:00 alle 10:00, verranno soddisfatte le visite urgenti, senza necessità di prenotazione, richieste dal medico di famiglia. Sarà sufficiente presentare l’impegnativa che attesti l’urgenza della prestazione (ad esempio sostituzione di catetere, medicazioni, ecc.). Sempre nel poliambulatorio di Donnas vengono effettuate da un medico specialista visite andrologiche e riabilitazione andrologica per pazienti post operati.

Entro fine anno – spiega il direttore del reparto di Urologia, Sandro Benvenutiprevio accordo con la Direzione aziendale e con l’Assessorato alla Sanità, Salute e Politiche sociali, sarebbe mia intenzione avviare anche a Donnas una attività di diagnostica strumentale, ovvero ecografie prostatiche e transrettali e cistoscopie, finora effettuate solo presso l’ospedale “Parini”. Infine speriamo di poter effettuare quanto prima anche piccoli interventi chirurgici ambulatoriali”.

Dal 1° gennaio 2018 al 21 marzo 2018 sono state oltre 290 le visite urologiche/andrologiche effettuate nel poliambulatorio di Donnas.

L’assistenza specialista a domicilio, unita al raddoppio degli ambulatori, all’estensione degli orari e all’attività di riabilitazione andrologica – conclude Sandro Benvenutirappresenta sicuramente un salto di qualità nell’ambito dei servizi offerti ai cittadini, decongestionando il forte afflusso di pazienti all’ospedale di Aosta, decentrando i servizi sul territorio regionale e abbattendo i tempi di attesa per l’erogazione delle prestazioni”.

Galleria fotografica

Direttore del reparto di Urologia, Sandro Benvenuti

Azienda USL della Valle d’Aosta