Come difendersi dalle ondate di calore eccessivo

Arriva l’estate e con essa le prime ondate di calore, specie nelle ore centrali della giornata.

L’ondata di calore anomalo viene definita da un indice di calore per le ore più calde della giornata pari o superiore a 35°C e da una temperatura minima per la notte successiva pari o superiore a 20°C che persistano oltre le 48 ore.

I cittadini con caratteristiche di fragilità (con età pari o superiore ai 65 anni, in condizione di solitudine, con un pregresso ricovero ordinario ospedaliero nell’anno precedente, affetti da patologie influenzabili negativamente dal caldo, come diabete insipido, diabete mellito, insufficienza cardiaca, insufficienza renale cronica, insufficienza respiratoria cronica, demenza, morbo di Parkinson, ecc.) devono rivolgersi al proprio Comune di residenza per segnalare eventuali situazioni di disagio.

L’Azienda USL ha predisposto un pieghevole contenente informazioni utili per i cittadini.

Sul portale del Ministero della salute è disponibile un’area dedicata al tema ondate di calore, rivolta ai cittadini, agli operatori e ai soggetti istituzionali, che fornisce giornalmente informazioni sulle previsioni del caldo estremo, sulle misure di prevenzione per affrontare l’afa rivolte in particolare alle persone più fragili e agli altri gruppi di popolazione a rischio. Sul sito oltre alle previsioni delle ondate di calore è possibile consultare opuscoli, Faq (domande e risposte), linee di indirizzo e raccomandazioni agli operatori.

Allegati

Azienda USL della Valle d’Aosta