Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

 

 

 

“Ci incontriamo oggi per l’appuntamento annuale di presentazione delle iniziative per la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, una piaga sociale alla quale l’azienda continua a far fronte”. Stefania Carla Riccardi, direttore generale dell’azienda USL Valle d’Aosta, ha spiegato che la Giornata si integra con gli altri importanti progetti e con la collaborazione alla Rete del 25 novembre, di cui l’azienda è coordinatrice. Dal 2008 al 2009 sono stati formati 154 operatori del Pronto Soccorso e del Dipartimento ostetrico-ginecologico per seguire nel modo più adeguato le persone vittime di violenza. Quest’anno, inoltre, è stato approvato il finanziamento del Fondo Sociale Europeo al progetto Orizzonti. Sviluppo interventi integrati di prevenzione e contrasto della violenza di genere”.

“Un riscontro a quanto svolto – ha evidenziato il direttore generale - sono gli accessi al Pronto Soccorso delle donne per violenze altrui. Dal 2006 al 2009 sono passate da 91 a 153: far emergere una realtà per la maggior parte sommersa è il primo passo per poterla affrontare. Lo stesso Ambulatorio di medicina integrata della donna, attivato da poco, è diventato un punto di segnalazione di violenze subite dalle donne.

Patrizia Scaglia, del Servizio famiglia e politiche giovanili dell’Assessorato regionale Salute e Politiche sociali, ha sottolineato che quello seguito è stato “un percorso che ha portato alla creazione di momenti strutturati e a delle evoluzioni per dare risposte concrete, come l’accoglienza delle donne che hanno subito violenza (nel 2010 Arcolaio ha già ospitato 10 donne) e per diffondere una cultura di prevenzione, in particolare lavorando con le scuole e con i giovani”.
Una novità del 2010 è, ad esempio, il progetto Tulipa nèye che sostiene le donne nell’uscita dalla tratta della prostituzione, fenomeno molto presente anche nella nostra Regione, come emerso dalla collaborazione con il CPEL. Secondo Luciana Blanc Perotto, Presidente della Consulta regionale per le Pari Opportunità, “essere nella rete dà la ricchezza di diversi punti di vista e ognuno contribuisce con la propria parte” come, per quanto riguarda la Consulta, il finanziamento della formazione e dell’aggiornamento delle volontarie del Centro Donne contro la Violenza che offre la prima accoglienza e le risposte al numero verde.

Nadia Savoini, Consigliera di pari opportunità, ha poi posto attenzione a come “il lavoro sia il luogo dove può annidarsi la violenza - soprattutto nei periodi di maggiore crisi - ma può anche essere il luogo del riscatto, dal momento che l’autonomia economica è una delle condizioni indispensabili alle donne che hanno subito violenza per il cambiamento.

Recentemente, inoltre, anche il sindacato ha manifestato la propria volontà di aderire e di dare il proprio contributo al lavoro svolto dalla Rete.

Infine Anna Castiglion, referente dell’ufficio Progetti Innovativi e Pari Opportunità dell’Azienda USL Valle d’Aosta, ha presentato il programma della Giornata: “il fil rouge del programma è la contaminazione dei linguaggi, con il quale si mira a sensibilizzare e a suscitare interesse in un pubblico il più vasto e variegato possibile”. Le iniziative della Giornata saranno anticipate, venerdì 19, dal Récital di Replicante Teatro, Tamtando e SFOMafrolab. Tre distinti momenti scandiranno il 25 novembre.
Al mattino quasi 150 ragazzi si confronteranno con un critico e una scrittrice per discutere insieme i cortometraggi di “Action for women”.
Nel pomeriggio, a partire dalle 16:00, alla Cittadella dei Giovani di Aosta si alterneranno la proiezione di documentari, incontri e dibattiti che permetteranno di riflettere sul tema della violenza sulle donne ampliando lo sguardo sul mondo. Non si deve dimenticare, infatti, che a due ore di volo dall’Italia le donne sono soggetti senza diritti, rese schiave dalla tratta o oggetto di mutilazioni genitali.
Alle 21:00, la giornalista Giuliana Sgrena presenterà il libro che narra la sua esperienza in Iraq con una particolare attenzione alla condizione femminile.

Il programma si conclude venerdì 26 con la scrittrice Iaia Caputo che presenta alla Biblioteca comunale di Pont Saint Martin il suo libro “Le donne non invecchiano mai”. In occasione della Giornata, il film proiettato nell’ambito della Saison culturelle il 23 e il 24 novembre sarà “About Elly” e le biblioteche di tutta la Regione allestiranno delle vetrine tematiche contribuendo così a diffondere dei post-it di sensibilizzazione “per conoscere e reagire contro la violenza sulle donne”.

Vi aspettiamo dunque agli appuntamenti del 19, 25 e 26 novembre.

Visita il sito stopviolenza.it

Allegati

pdf - 2,55 mbProgramma [2,55 mb]

Galleria fotografica

Anna Castiglion, Patrizia Scaglia, Carla Stefania Riccardi, Nadia Savoini
Patrizia Scaglia, Carla Stefania Riccardi
Anan Castiglion

Azienda USL della Valle d’Aosta