Una “APP” per allertare gli operatori abilitati all’utilizzo del defibrillatore-DAE

“SafetyGo” riduce i tempi di intervento grazie alla geolocalizzazione degli operatori e dei dispositivi sul territorio.

È operativo un nuovo sistema di allertamento e attivazione degli operatori abilitati all’utilizzo del DAE-Defibrillatore semiautomatico.

Si tratta di SafetyGo, un’applicazione scaricabile sul telefono cellulare, che consente di ridurre i tempi di intervento sul Codice Rosso classificato come “Arresto cardiaco o respiratorio/morte”.

Possono scaricare (ed utilizzare) l’app tutti gli operatori abilitati BLS-D.

Abbiamo terminato la fase di sperimentazione ed abbiamo eseguito i test necessari da parte della Centrale operativa 118 (in Centrale Unica del Soccorso VdA) per garantire la piena sicurezza di questo strumento – spiega il responsabile del Soccorso Sanitario 118, dott. Luca Cavorettoe siamo pronti ad utilizzare l’applicativo per allertare gli operatori sul territorio, in caso di necessità urgente. Questo sistema, in fase iniziale, affiancherà il metodo “tradizionale” di allerta tramite messaggi sms ma siamo certi che potrà, gradualmente, sostituirlo.
Abbiamo già chiesto a tutti gli operatori abilitati DAE a scaricare l’app, inserire la CUS di Aosta come centrale di riferimento, caricare sull’app l’attestato BLS-D e, soprattutto, di inviare – compilata e firmata – l’informativa sulla privacy (presente sull’app stessa). Ad oggi sono circa 400 i soggetti operativi ma il numero complessivo, potenziale, è di circa 3000 sul territorio valdostano. Tutte le informazioni sono già state inviate a tutti gli interessati e saranno anche disponibili sul sito dell’Usl
”.

L’app permette alla Centrale Unica del Soccorso/118 di geo-localizzare il soccorritore (“laico” o professionista) più vicino all’evento, invia una notifica di allerta e le informazioni sul DAE presente in zona. Il tutto rispettando la privacy del soccorritore e del paziente.

Permette, inoltre, di effettuare una videochiamata con la Centrale Unica del Soccorso (CUS), in caso di necessità, in modo da avere il supporto degli operatori e del personale sanitario di Centrale.

Oltre a cogliere appieno l’importanza dell’immediatezza degli interventi, spesso determinanti per la sopravvivenza – dice il direttore del Dipartimento di emergenza, rianimazione e anestesia (DERA), dott. Luca Montagnani – l'iniziativa ha come finalità quella di promuovere e diffondere i sentimenti di mutua assistenza fra i cittadini e rafforzare il senso di comunità e di solidarietà che in un territorio come quello della Valle d’Aosta risulta spesso fare la differenza.

Azienda USL della Valle d’Aosta