Dal 15 giugno 2022 viene riattivato l’istituto del “Bonum-Malum”

Saranno ripristinate le sanzioni per chi non si presenta alle visite senza opportuna disdetta e per il mancato ritiro dei referti

Si informa che dal 15 giugno 2022 sarà riattivato l’istituto del “bonum-malum”, sospeso nel periodo di emergenza pandemica.

Pertanto, gli utenti che non si presenteranno alle visite specialistiche prenotate nelle strutture ospedaliere e territoriali senza aver presentato opportuna comunicazione e preavviso entro le 48 ore precedenti saranno assoggettati al pagamento di una quota fissa, il “malum” dell’importo di 50 euro.

Viene riattivato anche l’istituto del “bonum”: qualora l’Azienda sanitaria, per propria responsabilità, non fosse in grado di erogare una prestazione prenotata, l’utente avrà diritto all’erogazione di 50 euro a titolo di rimborso e la prestazione sarà riprogrammata con procedura preferenziale.

Come stabilito da un apposito atto deliberativo della Giunta Regionale, vengono ripristinate anche le sanzioni per il mancato ritiro dei referti. L’importo, in questo caso, è di 100 euro. Si ricorda che i referti possono essere richiesti anche sul fascicolo sanitario elettronico (FSE) e, in questo caso, non è previsto il ritiro agli sportelli.

La riattivazione dell’istituto del “bonum-malum” e della sanzione per il mancato ritiro dei referti, oltre a rappresentare l’applicazione delle disposizioni in vigore, si pone quale strumento finalizzato alla disincentivazione di eventuali comportamenti non corretti, che possono provocare un danno a tutti gli utenti.

Allegati

Azienda USL della Valle d’Aosta