Aggiornamento: gli incarichi nella Direzione strategica e nell’Area territoriale

Il Commissario Usl Angelo Michele Pescarmona, ha proceduto alla proroga dell’incarico di Direttore amministrativo conferito al dott. Marco Ottonello.

La proroga, con decorrenza dal 1° agosto 2020, avrà validità fino alla nomina del nuovo Direttore amministrativo da parte del futuro Direttore generale e comunque non oltre la data del 31 marzo 2021.

Inoltre, in seguito alla cessazione dell’incarico del dott. Pier Eugenio Nebiolo al 31 luglio 2020, in considerazione dei raggiunti limiti di età e della quiescenza dello stesso, è stata deliberata la nomina a Direttore sanitario (facente funzioni) del dott. Maurizio Castelli, a far data dal 10 agosto 2020.
Il dottor Castelli, direttore del Dipartimento di Prevenzione e della Sc Medicina legale, continuerà a svolgere le funzioni connesse a tale ruolo. L’incarico di Direzione sanitaria terminerà con la nomina del nuovo Direttore sanitario da parte del futuro Direttore generale e comunque non oltre il 31 marzo 2021.

L’incarico commissariale in capo al dott. Angelo Michele Pescarmona è stato prorogato con Deliberazione della Giunta regionale (641 del 22.07.2020).

Infine, con deliberazione del Commissario n. 246 del 28 luglio 2020, è stato attribuito al dottor Leonardo Iannizzi l’incarico di Direttore dell’Area territoriale.

Tale incarico, che decorre dal 1° agosto 2020, avrà durata triennale.
La nomina del dott. Iannizzi è stata effettuata in esito a valutazione comparativa.

Il dott. Iannizzi ha ricoperto le funzioni temporanee di Direzione dell’Area territoriale dal 1° novembre 2019 e di Direzione dei Distretti socio-sanitari 1 e 2.

Con la medesima deliberazione vengono attribuite le funzioni temporanee di Direzione dei Distretti socio-sanitari 1 e 2 (Morgex e Aosta) al dott. Franco Brinato, che manterrà fino ad espletamento della selezione del nuovo direttore del Distretto anche la direzione dei distretti 3 e 4 (Chatillon e Donnas), affidata nel mese di gennaio 2020.

Azienda USL della Valle d’Aosta