400 letti di ultima generazione per i presidi ospedalieri “Parini” e “Beauregard” di Aosta

I nuovi letti a movimentazione elettrica verranno consegnati gradualmente. L’operazione è cominciata il 25 novembre al “Parini” e terminerà il 12 dicembre al Beauregard. Il costo dell’operazione di sostituzione è di 839.000 euro. L’attività di consegna, particolarmente complessa in quanto effettuata con i reparti in piena attività, consiste nella fornitura, igienizzazione, collaudo, verifica della funzionalità, formazione ed addestramento dei lavoratori e smaltimento dei letti dismessi, nonché sanificazione e riutilizzo dei materassi sia statici che dinamici attualmente in uso. 

L’Azienda USL sta sostituendo i letti di degenza a movimentazione elettrica attualmente in uso, ormai tecnologicamente obsoleti, per dotarsi di beni che garantiscano la sicurezza dei pazienti allettati, specificatamente gli utenti agitati e con facoltà cognitive e/o intellettive compromesse, mediante soluzioni tecniche e dispositivi adeguati a prevenire le cadute accidentali e la riduzione della contenzione totale nonché a facilitare la gestione degli stessi da parte degli operatori sanitari. I circa 400 letti dismessi sono stati acquisti in leasing nell’anno 2004 e riscattati nel 2014 al costo simbolico di 1 euro cadauno (con un costo di manutenzione annuo, per garantirne ai sensi di legge la sicurezza e la funzionalità, alquanto elevato per l’Azienda). 

Sotto il profilo formale i letti non sono arredi, bensì apparecchiature elettromeccaniche rispondenti alla Direttiva Macchine nonché apparecchiature elettromedicali conformi alla nuova norma CEI EN 60601-2-52 in vigore dal 1° aprile 2013 - nuovo standard internazionale sui letti a movimentazione elettrica di degenza. Non essendo tali apparecchiature cedibili ai sensi del D.lgs 81/08, poiché fuori norma, devono essere trattate rispettando la normativa RAEE e le disposizioni della normativa europea in merito alle modalità di smaltimento dei rifiuti professionali. 

Lo smaltimento in loco è stato previsto per 
     1) tracciare la gestione dello smaltimento del rifiuto; 
     2) minimizzare i costi, già di per sé onerosi, visto il peso e l’ingombro dei letti (150Kg e 3 mq. cadauno x 400 letti). 

Il punto chiave dell’operazione - precisa il Commissario USL, Angelo Pescarmona - è quello di, garantire il comfort, la sicurezza, il benessere dei pazienti e degli operatori sanitari. Ciò rappresenta uno step importante nel processo di umanizzazione dei presidio ospedalieri e nella miglior presa in carico del paziente”. 

Il Direttore Amministrativo, Marco Ottonello, fa presente che “l’operazione in questione è stata in gran parte finanziata con risorse proprie aziendali, attraverso l’utilizzo delle riserve di bilancio. Un ringraziamento particolare va esteso agli operatori che sono impegnati nel piano di sostituzione garantendo il minimo disagio per gli utenti”.

Allegati

avi - 71,89 mbVideo letti [71,89 mb]

Galleria fotografica

Azienda USL della Valle d’Aosta