“Bollini rosa”

 

Nel corso della cerimonia di premiazione avvenuta a Roma il 15 dicembre scorso, presso il Ministero della Salute, sono stati assegnati due “Bollini Rosa” all’ospedale regionale di Aosta che si è caratterizzato per l’offerta di servizi a misura di donna.
Con l'iniziativa "Bollini Rosa", O.N.Da, l’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna, premia gli ospedali italiani che curano patologie specificatamente al femminile ponendo la donna al centro del percorso diagnostico terapeutico.
Scopo dell’iniziativa è quello di incentivare le strutture ospedaliere italiane a continuare a migliorare, sviluppando modelli in ambito clinico, assistenziale e riabilitativo, al fine di offrire alle donne servizi innovativi e di qualità. O.N.Da ha consegnato a ciascun ospedale vincitore una targa di riconoscimento come membro del Network Bollini Rosa.

I criteri considerati per l’assegnazione dei Bollini Rosa (1,2 o 3 con validità biennale) alle strutture ospedaliere sono i seguenti: § presenza di Unità Operative che curano patologie femminili specifiche;

  • presenza all’interno della struttura ospedaliera di Unità dedicate all’assistenza e alla cura delle patologie femminili di maggior rilievo clinico ed epidemiologico;
  • appropriatezza del percorso diagnostico-terapeutico: applicazione di livelli di cura e assistenza atti a garantire un’adeguata gestione della patologia, con particolare attenzione alle caratteristiche psico-fisiche e alle specifiche esigenze dell’utenza femminile (servizi clinici):
  • posizionamento della paziente al centro delle cure: centralità della donna e tutela della sua dignità attraverso l’umanizzazione delle cure (servizi accessori).

Le domande del questionario di valutazione, compilato da ogni struttura ospedaliera concorrente, sono state definite da un gruppo multidisciplinare di esperti, in accordo con le Linee guida del Ministero della Salute e delle Società Scientifiche e a ciascuna di esse è stato attribuito un punteggio. Una Commissione valutatrice multidisciplinare, l’Advisory Board, ha poi validato i punteggi conseguiti e assegnato il numero di bollini definitivi, considerando eventuali aspetti distintivi nella cura della Donna presentati nella candidatura (progetti di ricerca, pubblicazioni scientifiche, servizi clinici o accessori peculiari o di eccellenza).

L’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da), impegnato sin dalla sua nascita nella promozione e nella tutela della salute femminile, ha avviato nel 2007 il Programma Bollini Rosa con l’obiettivo di individuare e premiare gli ospedali italiani “vicini alle donne”, che offrono percorsi diagnostico-terapeutici e servizi dedicati alle patologie femminili di maggior rilievo clinico ed epidemiologico, riservando particolare attenzione alle specifiche esigenze dell’utenza rosa.

Da un lato il Programma ha lo scopo di promuovere la medicina di genere all’interno delle strutture ospedaliere, che rappresenta un fattore cruciale per migliorare la qualità e l’accessibilità dei servizi; dall’altro consente la creazione di una rete di ospedali “a misura di donna”, a cui le utenti possono rivolgersi scegliendo, sulla base dei servizi offerti resi visibili attraverso un canale di informazione privilegiato e trasparente, le strutture più attinenti alle proprie necessità.

Gli ospedali aderenti all’iniziativa sono stati valutati e premiati, con l’attribuzione da 1 a 3 bollini rosa, esclusivamente per i servizi offerti dai reparti che curano le patologie di specifico interesse femminile.
La nuova Guida Nazionale “Bollini Rosa” in formato digitale, consultabile in oltre 17.000 farmacie sul territorio italiano grazie a un accordo con Federfarma, oltre a dare visibilità a tutti i componenti del nuovo network Bollini Rosa, ha lo scopo di fornire alle donne uno strumento concreto e pratico per poter scegliere le strutture a cui rivolgersi più vicine e rispondenti alle proprie esigenze.

Nel nuovo sito www.bollinirosa.it, interamente dedicato all’iniziativa e alle attività correlate, sono consultabili dall’utenza tutti gli ospedali premiati con i relativi servizi, suddivisi per regione, con la possibilità di esprimere un giudizio sulla base della propria esperienza diretta

.

Azienda USL della Valle d’Aosta