Radiologia - Programma di screening - Mammografia

Cos’è
È una radiografia del seno che permette di individuare precocemente anomalie (noduli, addensamenti o altro), anche di dimensioni piccolissime.

Come avviene l’esame
L’esame radiologico viene eseguito con apparecchiatura dedicata, il mammografo, dal tecnico sanitario di radiologia medica.
Le dosi di raggi X utilizzate sono talmente basse che il rischio di danno legato alle radiazioni è del tutto trascurabile.
L’esame standard prevede due diverse inquadrature di ciascun seno. Il seno viene posto tra due piatti che vengono poi avvicinati contemporaneamente, comprimendolo; la compressione dura dieci-quindici secondi per ogni inquadratura.
La compressione del seno può risultare fastidiosa e, qualche volta, dolorosa. La mammella è appiattita il più possibile perché, su spessori più sottili di tessuto, è più facile vedere qualsiasi anomalia e minore è la dose di raggi X necessaria.

Per chi
Per le donne tra 50 e i 74 anni, la mammografia va ripetuta regolarmente ogni 2 anni. Anche le donne tra i 45 e i 49 anni che lo desiderano possono aderire spontaneamente allo screening, annualmente.

Dove
La mammografia viene eseguita presso la Radiologia dell’Ospedale Beauregard oppure sulla Unità di senologia Mobile dislocata sul territorio presso i Poliambulatori.

Dopo la mammografia
Se l’esito è negativo, il successivo controllo avviene automaticamente su invito. Se invece l’esito è anormale (noduli, addensamenti o altro) o dubbio, si invita la persona a una visita clinica e a indagini di approfondimento (mammografia di dettaglio, ecografia, risonanza magnetica, prelievo di cellule o di frammento di tessuto).
Le sedute di approfondimento, che sono gratuite, si svolgono presso la Radiologia su appuntamento e con invito telefonico personale.
L’invito a presentarsi a questi esami di approfondimento può provocare comprensibilmente ansia e timore; tuttavia nella maggioranza dei casi questi accertamenti escludono la presenza di un tumore; in altri casi potranno venire raccomandati controlli gratuiti ravvicinati per un periodo di tempo limitato prima di rientrare nel consueto percorso di Screening.
Se, invece, i risultati degli esami confermassero il sospetto della presenza del tumore, i medici decideranno insieme alla donna interessata il percorso di diagnosi e cura successivo, come previsto dal programma di Screening.

Il “seno denso”
Per “seno denso” si intende l’immagine radiologica della mammella in cui le zone chiare, di lettura piu' difficoltosa, prevalgono su quelle scure, a causa di una maggior presenza di ghiandola mammaria rispetto al grasso. Nelle donne con “seno denso” è più difficile riconoscere lesioni tumorali in fase iniziale ed è più alto il rischio di tumore della mammella.
Alle donne che presentino seni particolarmente densi, il programma di Screening regionale offre, oltre alla mammografia, la possibilità di sottoporsi ad un’ecografia di approfondimento, anch’essa gratuita, presso la Radiologia su appuntamento e con invito telefonico personale. Tale invito non deve preoccupare perché è proposto solo per completare la diagnosi e confermare la normalità della mammografia.

Azienda USL della Valle d’Aosta