Attività necroscopica

  • Gestione del Registro Regionale Cause di Morte (DPR n. 285/90 “Regolamento di Polizia Mortuaria”; D.G.R. n. 4638/2000; D.G.R. n. 939/2002), ivi compresa l’elaborazione dei dati mortalità richiesti per fini scientifici, statistici ed epidemiologici;
  • Visite necroscopiche in Ospedale (DPR n. 285/90) ; sepoltura di parti di cadavere, resti umani, prodotti abortivi etc.;
  • Visite necroscopiche sul territorio in caso di morte per causa violenta (DPR n. 285/90);
  • Certificati per cremazioni: accertamento delle condizioni [DPR n. 285/90 (cremazione); Circ. n° 24 del 24 giugno 1993; L. n° 130/2001];
  • Certificati cause di morte rilasciati a privati o Enti Pubblici (INAIL etc.) o altro per fini assicurativi;
  • Riscontri diagnostici (DPR n° 285/90 art. 37);
  • Verbali riscontri diagnostici rilasciati a congiunti di soggetti deceduti;
  • Autopsie giudiziarie (DPR n° 285/90 art.45 , su incarico dell’Autorità Giudiziaria);
  • Sopralluoghi giudiziari ed esami esterni di cadavere sul territorio ed in Ospedale nei casi di morte violenta o sospetta, su richiesta dell’Autorità Giudiziaria ove previsto per legge;
  • Iniezioni conservative su salme (DPR n° 285/90);
  • Rimozione pacemaker in soggetti da cremare.

Azienda USL della Valle d’Aosta