Ufficio Innovazione e Ricerca

Ufficio per la progettazione, attuazione e gestione di progetti e di attività di interesse trasversale ed a carattere innovativo, anche mediante il ricorso a fondi di finanziamento regionali, statali o dell’unione europea

L’ufficio innovazione e ricerca opera secondo un piano di attività che declina tre direttrici, equità, qualità e modelli organizzativi e soluzioni partecipative, e le relative aree di intervento, tra le quali la telemedicina e l’health literacy.
Le attività sono inserite nel ciclo ricerca-innovazione-sviluppo e orientate alla sostenibilità. Ne deriva una progettazione strategica basata sulle risorse disponibili, sulla ricerca di quelle ottenibili e sulla valorizzazione delle collaborazioni interne ed esterne all’Azienda.

Contatti:
Anna Castiglion
email: acastiglion@ausl.vda.it
telefono: 0165 54 46 91

Elisa Pasini
email: epasini@ausl.vda.it
telefono: 0165 54 47 18

Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FESR)

Progetto “Rafforzamento dei servizi sanitari in Valle d'Aosta in risposta all'emergenza COVID-19” (Codice ICO.01601.21XX.0.0001.DSA) è stato approvato con DGR n. 131 del 15 febbraio 2021 nell’ambito del programma investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FESR)

Contesto e motivazioni
Il progetto si inserisce nell'ambito dell'emergenza sanitaria nazionale e internazionale scaturita dal propagarsi della pandemia da Covid-19, con l'intento di potenziare le possibilità di risposta del sistema sanitario regionale alla crisi. Il 9 gennaio 2020, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato l'avvenuto isolamento, da parte delle autorità sanitarie cinesi, di un nuovo ceppo di coronavirus, sconosciuto nell'uomo, denominato Covid-19. Il virus è stato associato a un focolaio di casi di polmonite registrati nella città di Wuhan, nella provincia dell'Hubei, in Cina, a partire dal 31 dicembre 2019.Il 30 gennaio 2020, l'OMS ha dichiarato l'epidemia da Covid-19 un'emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale e, l'11 marzo 2020, il direttore generale dell'OMS ha definito la diffusione delCOVID-19 una situazione pandemica. Dall’inizio della pandemia al 27 gennaio 2021 in Valle d'Aosta sono state 7693 le persone risultate positive al Coronavirus (fonte: Health Emergency Dashboard, 1 febbraio 2021). Se in Italia i casi sono stati 2.466.813 e i morti 85.461, la Valle d’Aosta registra dall’inizio dell’epidemia a oggi, il primato negativo delle vittime ossia 312 ogni 100mila abitanti (fonte Lab24).

Obiettivo specifico del progetto
Realizzare tutti gli investimenti necessari per rafforzare la capacità di risposta all'emergenza epidemiologica da parte del servizio sanitario regionale, al fine di far fronte in modo adeguato alla domanda di prestazioni sanitarie.

Attività
Acquisizione di beni e servizi sanitari in risposta alla crisi epidemiologica.
L’azione intende sostenere tutti gli interventi necessari per rafforzare la capacità di risposta dei servizi sanitari alla crisi epidemiologica mediante il potenziamento di infrastrutture immateriali, materiali, digitali, di servizi, attrezzature, materiale e medicinali per la salute, strutture di prova e trattamento, prevenzione delle malattie, sanità elettronica, dispositivi medici, acquisto di dispositivi di protezione(quali maschere respiratorie, guanti, occhiali etc.), anche per incrementare l’offerta e di sistemi per testare la positività al virus. Sono finanziati interventi emergenziali che, a partire dal 1° febbraio 2020, sono stati messi in atto per aumentare la capacità di risposta del sistema sanitario regionale all'emergenza epidemiologica.

Data approvazione: 15/02/2021
Data avvio: 15/02/2021
Data conclusione: 01/02/2022
Spese registrate: 5.779.907,77

Progetto “RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI SANITARI IN VALLE D’AOSTA IN RISPOSTA ALL’EMERGENZA COVID-19

Progetti di cooperazione territoriale

Fonte dei finanziamentiAmbitoTitoloPartnerPeriodoBudget
Programma interreg V-A Italia-Francia ALCOTRA
Obiettivo specifico 4.1 “Favorire lo sviluppo di servizi socio-sanitari per la lotta contro lo spopolamento delle aree montane e rurali”
e-Res@mont - Applicazioni di medicina di montagna attorno al Monte Bianco
CAPOFILA
Azienda USL Valle d’Aosta (capofila)

PARTNER
- Istituto di formazione e di ricerca in medicina di montagna (Ifremmont)
- Fondazione Montagna Sicura
- Consiglio Nazionale delle Ricerche
- Istituto di Fisiologia Clinica (CNR- IFC)
- Raggruppamento d’Intervento Medicale In Montagna (GRIMM)
- Alta Scuola di Gestione e di Turismo (HES-SO Valais-Wallis)
04/07/2016
-
03/03/2018
925.281.44 euro + 150.000 CH per i partner svizzeri






Programma interreg V-A Italia-Francia ALCOTRA
Obiettivo specifico 4.1 “Favorire lo sviluppo di servizi socio-sanitari per la lotta contro lo spopolamento delle aree montane e rurali”
MisMi Modello integrato di salute per una montagna inclusiva
CAPOFILA
Azienda USL Valle d’Aosta

PARTNER
- Piano di Zona della Valle d’Aosta
- Istituto Superiore Mario Boella sulle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ISMB)
- Assemblée du Pays Tarantaise Vanoise (APTV)
- IFREMMONT
- Centro ospedaliero d’Albertville-Moûtiers (CHAM)
- Centre Intercommunal Action Sociale Versants d’Aime (EHPAD d’Aime)
- EHPAD "La Centaurée" Bozel
    19/01/2017
    -
    31/12/2020
    1.833.012 euro






    Programma Interreg V-A Italia-Francia ALCOTRA
    Il progetto SENIOR fa parte della strategia del Piano Integrato Tematico PROSOL e mira a migliorare il monitoraggio del percorso di cura per i senior e i loro accompagnatori professionali nelle aree rurali e montane transfrontaliere franco-italiane delle regioni Sud Provence-Alpes Côte d’Azur, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta
    Prosol-Senior
    CAPOFILA
    Provence Alpes Agglomération

    ALTRI BENEFICIARI
    Région Piémont
    Région Ligurie
    Région Autonome Vallée d'Aoste
    Métropole Nice Cote d’Azur
    Comité Régional ADMR PACA-CORSE
    Conseil Départemental des Alpes de Haute-Provence

      14/01/2019 – in corso
        2.000.000 euro
      Rassegna stampa:

      Azienda USL della Valle d’Aosta