Nucleo psicologico per l'emergenza - NPE

Il Nucleo Psicologico per l’Emergenza (NPE) viene istituito ufficialmente dall’Azienda USL nel 2001, al fine di intervenire in occasione di maxi emergenze. Successivamente, nel 2003, il suo intervento è esteso anche alle micro emergenze.

Dal 2009 il servizio è attivo sia nelle fasce orarie diurne che in quelle notturne, garantendo così una copertura sulle 24 ore. Ad oggi sono quattro gli psicologi che garantiscono la regolarità del servizio. Gli stessi possono essere attivati dai reparti ospedalieri, dalla C.U.S. 112, dalle FF.O. e dalla Protezione Civile. Il servizio offre un aiuto alle persone coinvolte direttamente o indirettamente in eventi critici che richiedono la tempestività e l’urgenza dell’intervento.

Gli obiettivi che il Nucleo Psicologico per l'emergenza si prefigge sono:
1. nei confronti degli utenti:
  • predisporre uno spazio fisico e psicologico idoneo ad accogliere sia i sopravvissuti che il gruppo dei familiari-amici
  • supportare le persone che, coinvolte nell’evento di crisi, giungono in ospedale spaventate, confuse e disorientate, bisognose di informazioni aggiornate e di rassicurazioni; 
  • prevenire manifestazioni di disturbo post-traumatico e/o indirizzare le persone ritenute a rischio, alle strutture sanitarie competenti, fornendo loro le informazioni utili; 
  • realizzare dei colloqui di follow up con le persone coinvolte, dopo qualche giorno dall’evento; 
  • prestare la massima attenzione all’aspetto comunicativo-relazionale ovvero facilitare il flusso di informazioni all’interno del gruppo vittime/persone indirettamente coinvolte ed all’esterno, con gli operatori sanitari, le forze dell’ordine, i mass-media;
2. nei confronti degli operatori sanitari:
  • Informare e sensibilizzare gli operatori nel riconoscere le situazioni che potrebbero essere oggetto di intervento psicologico.
  • Fornire tecniche di comunicazione efficace e di assertività per gestire situazioni di conflitto, attacchi, critiche etc.
  • Offrire incontri mirati di Defusing, Debriefing e EMDR per tutti gli operatori delle squadre di soccorso, con possibilità di rilevare:
    - Situazioni di stress acuto e di burn out.
    - Disagio e difficoltà della squadra, dipendenti da eventi particolarmente stressanti per tutti gli operatori coinvolti o da dinamiche interpersonali complesse.
  • Creazione di momenti di confronto sui specifici casi clinici con gli operatori del soccorso.
Destinatari del servizio
  • Utenti, diretti e indiretti, che sono coinvolti in situazioni di micro o di maxi emergenza (a livello territoriale ed ospedaliero)
  • Operatori del soccorso territoriale e dell’emergenza ospedaliera.
Criteri di attivazione del Nucleo Psicologico per l’Emergenza
Il Nucleo Psicologico per l’Emergenza deve essere attivato nelle situazioni a rischio psicologico, in cui sia necessario supportare le persone direttamente o indirettamente coinvolte nell’evento e/o accompagnare le stesse nel fronteggiare anche la fase successiva di elaborazione del trauma.

Situazioni più probabili:
  • Morti improvvise con sistema familiare e amicale coinvolto , soprattutto nel caso di minori e/o disabili e in situazioni con dinamiche relazionali di difficile gestione.
  • Nuclei familiari e/o amicali a rischio psicologico, coinvolti in caso di suicidio. 
  • Nuclei familiari coinvolti in situazioni di pazienti psichiatrici in fase di scompenso, dove si evidenzi una situazione di rischio psicologico riguardante le fasce protette (minori, disabili, anziani), rilevata dal team leader dell’equipaggio di soccorso. 
  • Persone coinvolte in situazioni di traumi o morti di familiari o congiunti, in età pediatrica. 
  • Violenza di genere. 
  • Eventi maggiori con morte di uno o più soggetti coinvolti. 
  • Maxi- emergenza secondo procedura specifica.
  • Situazioni di disagio psicologico non meglio specificate al momento del dispatch.
Modalità di attivazione:
Gli interventi vengono attivati attraverso il centralino dell'ospedale U. Parini - 0165 54 31, dal 112, dai reparti ospedalieri, dalla C.U.S. dalle FF.O. e dalla Protezione Civile, su linea registrata secondo:
  • Presenza dei criteri di attivazione
  • Esplicita richiesta del team leader della squadra di soccorso presente sulla scena
In ambito delle Maxi - Emergenze il Nucleo Psicologico dell’Emergenza opera in stretta collaborazione con l’associazione "Psicologi per i popoli - Emergenza Valle d’Aosta”.

La coordinatrice del N.P.E. è la dott.ssa Meri Madeo.

Allegati

Azienda USL della Valle d’Aosta