Sanità animale - Attività scientifica

Attività in corso:

  • Studio epidemiologico anno 2016 sulla presenza delle zecche, viste come possibili vettori di malattie (zoonosi) nel territorio regionale in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università degli Studi di Torino.
  • Studi epidemiologici relativi agli anni 2013-2014, in collaborazione con l’Osservatorio Epidemiologico dell’IZS di Torino, sulle malattie infettive del bestiame ad interesse regionale (Tubercolosi Bovina, Brucellosi Bovina ed Ovicaprina, rinotracheite infettiva, BVD e Paratubercolosi Bovina).
  • Proseguimento dello studio sulla nosemiasi delle api nell’anno 2013-2014, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università degli Studi di Torino.
  • Piano di sorveglianza sulle api, anni 2012-2013-2014, del Ministero della Salute sulla base di un Progetto Europeo Pilota per studiare le malattie e le morie delle api con un protocollo di campionamento e di analisi unico in tutta Europa (stesse analisi, stessi campionamenti), finalizzato a raccogliere su questo argomento dati confrontabili tra i diversi Stati Membri.

Attività Pregressa:

  • Adesione della Struttura Complessa al programma nazionale "Accreditamento e valutazione della qualità dei servizi veterinari", predisposto dalla Regione Autonoma della Sardegna e dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise, cui aderisce anche la Regione Emilia Romagna. È stato realizzato uno specifico manuale della qualità che può essere visionato presso la Struttura Complessa stato realizzato uno specifico manuale della qualità che può essere visionato presso la Struttura Complessa.
  • Studio nell'anno 2012-2013, in collaborazione con il Dipartimento di Produzioni Animali, Epidemiologia ed Ecologia della Facoltà di Medicina Veterinaria di Torino, sulla nosemiasi delle api.
  • Studio nell'anno 2012-2013, in collaborazione con la sezione Malattie Infettive del Dipartimento di Produzioni Animali, Epidemiologia ed Ecologia della Facoltà di Medicina Veterinaria di Torino, sull'artrite encefalite caprina (CAEV).
  • Studio nell’anno 2009-2010 insieme alla Facoltà di Medicina Veterinaria di Torino, Dipartimento di Produzioni animali, Epidemiologia ed Ecologia sulle endoparassitosi nei bovini da latte valdostani.
  • Studio nell’anno 2010-2012, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, su due parassitosi emergenti: Leishmaniosi e Babesiosi, in collaborazione con la Facoltà di Medicina Veterinaria di Torino, Dipartimento di Produzioni animali, Epidemiologia ed Ecologia.
  • Avvio nel corso dell’anno 2002 del piano di sorveglianza entomologica e sierologica su animali sentinella (bovini) della Blue Tongue, su indirizzo del Ministero della Salute.
  • Partecipazione della Struttura Complessa all'accordo di collaborazione per l'esecuzione della ricerca corrente "Realizzazione di un prototipo di un sistema informativo esperto per la gestione ed il governo delle emergenze di tipo epidemico" con l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise G. Caporale di Teramo.
  • Partecipazione alla ricerca condotta dall'Istituto Superiore di Sanità sull'effetto dei campi magnetici nei confronti di animali allevati in strutture poste in prossimità di conduttori di alta tensione.
  • Partecipazione all'accordo di collaborazione scientifica con l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta per l'esecuzione della ricerca corrente "Valutazione sulla presenza di alcune patologie nella volpe e nei mustelidi con possibili ripercussioni sulla salute dell'uomo e degli animali domestici".
  • Avvio nel corso dell'anno 2001 del programma di sorveglianza sierologica per la leihsmaniosi d'intesa con la facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli studi di Torino.

Azienda USL della Valle d’Aosta