Dichiarazione di volontà per la donazione di organi, tessuti e cellule



Siamo tutti donatori

Dichiarare la propria volontà di donare organi, tessuti e cellule è un diritto e un dovere per la vita

 

Dichiarare la propria scelta
Per il profondo valore del dono, per il rispetto delle opinioni di ciascuno e per non perdere l’occasione di salvare delle vite, l’USL Valle d’Aosta incoraggia ogni cittadino maggiorenne a esprimere la propria dichiarazione di volontà in merito al consenso o al diniego alla donazione dei propri organi, tessuti e cellule.



Le modalità per esprimere la propria volontà sono:
  • la registrazione della propria dichiarazione di volontà presso l’Azienda USL o il proprio medico di famiglia
  • l’iscrizione all’A.I.D.O. 
  • una dichiarazione scritta, datata e firmata da portare sempre con sé 
  • la richiesta del modulo per la dichiarazione di volontà all’Ufficio anagrafe dei Comuni di residenza, al momento del rinnovo o del ritiro della carta d’identità
Anagrafi comunali
È possibile richiedere il modulo per la dichiarazione di volontà all’Ufficio anagrafe del Comune di residenza, al momento del rinnovo o del ritiro della carta d’identità

Per informazioni : www.celva.it

I punti di registrazione delle dichiarazioni presso l’USL sono:
  • l’Ufficio registrazione dichiarazioni di volontà alla donazione di organi e tessuti ad Aosta, via Guido Rey 1, piano 2° - Area Territoriale 
  • la segreteria della Direzione Medica dell’ospedale U. Parini di Aosta - piano 4° 
  • le segreterie dei poliambulatori di Morgex , Châtillon e Donnas e dei consultori di Verrès e Saint-Pierre
Se la persona non ha espresso alcuna volontà in vita, la decisione spetta alla famiglia.
Tutte le dichiarazioni rese dai cittadini maggiorenni confluiscono al SIT (Sistema Informativo Trapianti), la banca dati del Ministero della Salute. È sempre possibile cambiare idea sulla donazione, perché fa fede l’ultima dichiarazione rilasciata in ordine di tempo.

SAPERE PER SCEGLIERE
Perché donare i propri organi, tessuti e cellule?
Il trapianto di organi, tessuti e cellule, prelevati da una persona deceduta ad un’altra che ha necessità di essere curata, è una grande opportunità: salva molte vite.

Quali organi e tessuti possono essere donati?
Organi: cuore, reni, fegato, polmoni, pancreas ed intestinoTessuti: cornee, cute, ossa, tendini, cartilagine, valvole cardiache e vasi sanguigniCellule: cordone ombelicale, midollo osseo.

Quando avviene la donazione degli organi?
Quando si constata che, nonostante aver fatto tutto il possibile per salvare il paziente, il cervello non funziona più e non potrà mai più funzionare a causa della completa distruzione delle cellule cerebrali. In altri termini, quando è stata accertata la morte cerebrale, una condizione definitiva e irreversibile che equivale alla morte del soggetto.

Che differenza c’è tra morte cerebrale e coma?
Nella morte cerebrale tutte le cellule del cervello sono morte. Il coma, invece, è una situazione di gravità variabile in cui il paziente è vivo, anche se la coscienza non è presente. Dal coma è possibile svegliarsi, mentre la morte cerebrale è una diagnosi certa.

Come fanno i medici a stabilire con assoluta certezza che una persona è morta?
La morte è causata dalla totale assenza delle funzioni cerebrali, dipendenti da un prolungato arresto della circolazione per almeno 20 minuti, o da una gravissima lesione che ha colpito direttamente il cervello. Nella morte cerebrale tre specialisti (un medico legale, un rianimatore e un neurologo) eseguono una serie di accertamenti clinici, per un periodo la cui durata è di almeno 6 ore consecutive, per stabilire la contemporanea assenza di:
• riflessi che partono direttamente dal cervello
• stato di coscienza
• qualsiasi attività elettrica del cervello

I pazienti pagano per ricevere un organo?
No. Il commercio di organi è un atto criminale perseguito penalmente. La donazione è sempre gratuita e anonima. I costi dei trapianti sono a carico del S.S.N.

È possibile decidere a chi verranno trapiantati i propri organi dopo la morte?
No. Gli organi sono assegnati ai pazienti in lista di attesa in base alle condizioni d’urgenza e alla compatibilità clinica e immunologica del donatore con le persone in attesa di trapianto.

Fino a quale età si possono donare organi e tessuti?
Non esistono limiti di età. Ad esempio il fegato prelevato da donatori ultra 80enni permette trapianti con ottimi risultati.

Attraverso organi e tessuti possono essere trasmesse malattie?
No. Ogni potenziale donatore è sottoposto ad accurati accertamenti.

Come vivono i trapiantati?
Grazie al trapianto riprendono la loro vita normale: lavorano, viaggiano, fanno sport e possono avere figli. I casi di rigetto sono sempre più rari e ben controllati dalla terapia farmacologica.

Le confessioni religiose sono favorevoli al prelievo di organi?

Tutte le confessioni religiose sono favorevoli alla donazione degli organi, la sostengono e la incoraggiano.

Per informazioni
Ufficio Registrazione dichiarazioni di volontà alla donazione di organi e tessuti
telefono: 0165 54 44 57
orario: dal lunedì al venerdì dlle ore 08:30 alle ore12:30

Allegati

Link

Azienda USL della Valle d’Aosta